Chicago (R66)

La città di Chicago, famosa come “windy city”, è una metropoli viva e vivace sulle sponde del lago Michigan, con i suoi grattacieli, i suoi ponti, il suo famoso Loop e i parchi come il Millenium:  è un luogo dove vivere e lavorare con piacere. Ha un clima tipicamente continentale quindi, con stagioni climatiche nettamente distinte, infatti d’estate si soffoca e d’inverno si gela. Abbiamo gironzolato per le sue strade a piedi e con la sua sferragliante metropolitana, visitando il suo lungo lago e passeggiando sui riverwalk. Particolare il Navy pier dove abbiamo assistito ai fuochi artificiali per la festa del 4 luglio, il Millemiun Park con la sua fontana stravagante “crown fountain” e il fagiolo luccicante “Cloud Gate”, per non dimenticare il Jay Pritzker pavillon, un enorme pratone da dove si possono seguire gli spettacoli dell’Harris theatre.

Abbiamo usato la sua rumorosa e intricata metropolitana partendo proprio dal quadrato sopraelevato chiamato “the loop”, esplorando vie e piazze (in una abbiamo trovato un mosaico enorme collocato su un parallelepipedo chiamato “the four season” realizzato da Chagall), gustare le linee architettoniche ispirate da Frank Lloyd Wright, respirare l’atmosfera del Blues che risuona tra i locali e le vie del centro ( il film “the Blues Brothers” ha radici profonde in questa città…)

Una scappata a visitare le sue spiagge affollate come Foster beach, una salita sul John Hancock per il 360 Chicago, ma soprattutto un selfie sotto al famigerato e famoso cartello stradale che indica il punto di partenza della Route 66.