Invercargill

Giornata nuvolosa e minacciosa di pioggia, ci vestiamo e uscioamo a piedi per andare a visitare il parco della città il Queens Park, vastissima area verde (1kmq) con diverse ed interessanti iniziative al suo interno, un campo da golf (18 buche) diversi rosai, un giardino dedicato alle specie endemiche della Nuova Zelanda, un micro zoo con cervi, galli, galline, pavoni, maiali, conigli, pecore e capre, due wallabies, tre alpaca ed un emù. Due bar, un centro congressi a forma di piramide bianca, percorsi di fitness, laghi e laghetti pieni di papere e paperelle. ci aggiriamo tranquilli e un poco infreddoliti per quasi tre ore prima di deciderci a rientrare in albergo passando per il centro città dove diamo uno sguardo alle vetrine dei negozi e compriamo qualche souvenirs. Dopo mangiato decidiamo di andare a vedere l’oceano, dapprima credendolo un punto interessante ci siamo recati a visitare una enorme fonderia di alluminio, successivamente siamo andati a vedere una bellissima e lunghissima spiaggia battuta dal vento e dalle onde dell’oceano dove abbiamo fatto una bella passeggiata rigenerante. Al rientro siamo passati a fare la spesa per domani a letto presto che domattina si parte per Dunedin dove abbiamo già prenotato la visita ad un centro per il recupero dei pinguini dalla cresta gialla (autoctoni NZ) e vedere la bellissima penisola di Otago