Knysna

Lasciamo Port Elizabeth senza rimorsi, una cittadina che ha perso molto del suo splendore originale, le rimane solo un bellissimo lungomare che però si estende fuori del suo centro abitato. Ci dirigiamo verso Knysna programmando però di passare da due punti spettacolari della Garden Route, il primo è lo Tsitsikamma National Park dove non ci fermiamo ma ci ripromettiamo di venirlo a visitare con più attenzione una prossima volta. Ci fermiamo invece a Plettenberg Bay prima di arrivare a Knysna nel primo pomeriggio dove vorremmo fare una breve escursione sulle sue colline prospicenti il mare da cui si possono osservare le Balene.

Arrivati a Knysna raggiungiamo il tratto di costa che chiude la sua baia, lasciamo la macchina al parcheggio e scendiamo lungo le alte dune di sabbia fino in riva al mare dove troviamo una scogliera bellissima con cui il mare gioca e crea immagini molto suggestive. Raggiungiamo quindi il nostro albergo il South Villa Guest House un vero angolo di casa, lontani da casa, con un’attenzione al particolare veramente di ottimo gusto. Facciamo anche due passi nel centro di Knysna prima che un acquazzone ci convinca a rientrare di corsa e a dichiarare la nostra giornata finita. Domani ci aspetta il trasferimento presso uno dei parchi naturalistici che noi riteniamo essere tra i più belli, il De Hoop Nature Reserve dove speriamo di incontrare le Balene Australi (e non solo).

Port Elizabeth

Secondo giorno in Port Elizabeth dopo una colazione frugale, incompleta (chiesto del bacon e uova che non sono mai arrivate) servita nell’area cucina del brutto Sir Roys, prendiamo la macchina e decidiamo di raggiungere il Faro di Cape Francis un luogo veramente bello, ricco di scogliere dove ci fermiamo a fare uno spuntino insieme a foche e cormorani, il mare è stupendo, facciamo una lunga passeggiata. Rientriamo quindi verso Port Elizabeth dove ci fermiamo a mangiare qualcosa prima di rientrare in albergo. Domani si parte verso la Garden Route un percorso turistico che attraversa una regione con un clima quasi mediterraneo. Si snoda fra l’oceano Indiano e i monti Outeniqua e Tsitsikamma. Ci si muove tra il mare e una vegetazione che unisce il fynbos e la foresta temperata.

Anche le acque dell’oceano sono celebri per la loro vita marina: barriere coralline, delfini e otarie; ma soprattutto, le balene Australi che da luglio a dicembre visitano le numerose baie per partorire o allattare i piccoli.
La nostra prossima sosta sarà a Knysna.

St. Lucia – Durban – Port Elizabeth

Giornata di trasferimento da St. Lucia a Port Elizabeth, lasciamo il bed and breakfast dopo una abbondante colazione, preparata e servita con la solita attenzione e buon gusto. Ci avviamo verso l’aeroporto di Durban e durante il trasferimento ci godiamo la costa. All’aeroporto di Durban lasciamo l’auto e prendiamo il volo South African Airlines per Port Elizabeth. Arrivati prendiamo la nuova auto e ci dirigiamo verso il nostro albergo, leggermente decentrato, una vera delusione rispetto a come ce lo avevano descritto su trip advisor. Scarichiamo le valigie e ce ne scappiamo verso il centro città, anche in questo caso una leggera delusione ci accompagna mentre passiamo per strade e palazzi brutti e cadenti. Ci dirigiamo fuori città verso il mare che dovrebbe essere bello, ed effettivamente la situazione migliora un poco, alberghi grandi e lussuosi, spiagge ampie e di sabbia fine tra dune e percorsi da fare a piedi o in bicicletta. Ci fermiamo in un supermercato per acquistare qualcosa da mangiare e programmiamo cosa fare l’indomani, aspettiamo il tramonto prima di rientrare in albergo.