New York 2015

Un volo Emirates da Milano al JFK, un hotel nella W 49th St, il “Radio City Apartment” e una manciata di giorni per camminare, visitare, fare shopping e rilassarsi. un bellissimo regalo di mia moglie…. la visita alla testa della Statua della Libertà, così emozionante, molte grazie Elisa.

Un tour in cima al grattacielo One World Trade Center con un sacco di foto, una lunga passeggiata all’interno del Central Park, shopping lungo la quinta strada e al centro commerciale del 21st Century.

 

Una mattinata sulla “High Line” che è un parco lineare sopraelevato lungo 1,45 miglia, tra il verde e i binari ferroviari. È stato creato su un ex sopraelevata della ferrovia centrale di New York sul lato ovest di Manhattan.

Un giorno camminando attraverso il ground zero e le piscine commemorative, toccando con le dita i nomi di coloro che sono morti durante l’attacco terroristico dell’11 settembre.

Un ultimo tour con il bus Hop on Hop off godendo di paesaggi, edifici e strade da un altro punto di vista
 

amnh

no images were found

newyork 2010

Visita della città in compagnia della nostra figlia grande e di suo marito, lunghe passeggiate per i viali e le strade di Manhattan, la Fifth Avenue con i suoi negozi stratosferici (molto cool il cubo di vetro del negozio della Apple).

 

Una giornata dedicata completamente alla visita  dell’enorme American Museum of Natural History

e che si è conclusa con un giorno intero dedicato al tour  in bicicletta di Manhattan con attraversamento del ponte di Brooklin e del Central Park  (giornata dura ma fantastica!!!)

newyork 2009

Nel 2009 abbiamo dato un altro grosso morso alla mela e ci siamo gustati Ellis Island con il suo museo dell’immigrazione, i muri di nomi delle famiglie che sono passate da Ellis Island, la Liberty Statue, Manhattan e il financial district, Top of the Rock ed una bella e lunga giornata a Central Park.

newyork 2006

Nel 2006 invece ci siamo presi una bella fetta della Grande Mela, abbiamo consumato scarpe, rotaie della metropolitana, rotaie del PATH per potercene gustare aspetti e risorse. Molto interessante The MET il Metropolitan Museum of Art, la bellissima vista che si gode dall’Empire State Building, Time Square, Rockfeller Centre, la Central Station, Tribeca, Chinatown, Little Italy (Italy???), il Madison Square Garden, le file davanti ai teatri di Broadway, la Quinta Strada che ci siamo fatta tutta a piedi…, il ponte di Brooklin, il teatro Stanley a Jersey City ricostruito e rinnovato dai Testimoni di Geova per trasformarlo in una bellissima Sala del Regno. Non ultimo l’essere incappati in una parata in onore di San Patrizio il giorno della nostra partenza.

newyork 2005

Nel 2005 abbiamo avuto il piacere di approfondire la conoscenza gironzolando per una città frenetica, innevata, ma deliziosa… gli strani cancelli arancioni che vedete a central park erano alcuni dei 7.500 «gates» che Christo e Jeanne-Claude avevano installato lungo i viali del parco. Che dire, New York City è una città fantastica in qualsiasi periodo o stagione. Girare per le sue streets e Avenue è sempre emozionante

newyork 2004

Nel 2004 abbiamo avuto il primo incontro con la Grande Mela, l’abbiamo attraversata velocemente a bordo di un autobus ed abbiamo fatto la conoscenza formale di Ground Zero e di Time Square. Impressionante il silenzio che circondava il grande buco dove sorgevano le torri gemelle un tempo. Silenzio spettrale fortemente voluto anche dagli abitanti che passando intorno alla recinzione ammutolivano di colpo per rispettare le vittime e il loro ricordo

Abbiamo preso l’aereo… Natale a New York

Abbiamo deciso di recuperare il viaggio perso l’anno precedente per l’incidente di Stefano.
Partiamo per fare il Natale a New York. Comodo albergo a Jersey City a due passi da una stazione del PATH, scarpe comode, giacche a vento, cappelli e guanti, (la neve a new York a natale non manca quasi mai) e via su e giù per le strade di Manhattan, il 25 una lunga e rilassante passeggiata per Central Park con un piccolo pandoro e una bella bottiglia di spumante italiano nello zaino, scelto il posto per il rito infiliamo lo spumante nella neve e ci godiamo le oche che starnazzano avanti e indietro cercando di raggiungere il Pond ghiacciato. Stappato lo spumante, un morso al pandoro e una bella bevuta per festeggiare il Natale che ci era sfuggito giusto un anno prima… poi via di corsa a scaldarci dentro l’affollatissimo Macys per guardare con occhio critico e curioso i moltissimi italiani riempirsi le borse di cose inutili solo perchè il dollaro…

New york city

 2004 —  2005 —  2006 —  2007 —  2009 — A Natale del 2009 —  2010 — 2015


La Grande Mela, città affascinante e instancabile, l’abbiamo visitata in tappe successive nei differenti anni che trovate in questa area.
Nel 2004 l’abbiamo attraversata velocemente a bordo di un autobus ed abbiamo fatto la conoscenza formale di Time Square e Ground Zero.
Nel 2005 abbiamo avuto il piacere di approfondirne la conoscenza gironzolando per una città frenetica, innevata, ma deliziosa… gli strani cancelli arancioni che vedete a central park erano alcuni dei 7.500 «gates» che Christo e Jeanne-Claude avevano installato lungo i viali del parco.
Nel 2006 invece ci siamo presi una bella fetta della grande Mela, abbiamo consumato scarpe, rotaie della metropolitana, rotaie del PATH per potercene gustare aspetti e risorse. Molto interessante The MET il Metropolitan Museum of Art, la bellissima vista che si gode dall’Empire State Building, Time Square, Rockfeller Centre, la Centarl Station, Tribeca, Chinatown, Little Italy (Italy???), il Madison Square Garden, le file davanti ai teatri di Broadway, la Quinta Strada che ci siamo fatti tutta a piedi…, il ponte di Brooklin, il teartro Stanley a Jersey City ricostruito e rinnovato dai Testimoni di Geova per trasformarlo in una bellissima Sala del Regno.
Nel 2007 una veloce puntata di Stefano a dicembre per lavoro presso l’ONU con conseguente giro per i distretti finanziari, i vari negozi e centri commerciali per gustare le vetrine natalizie.Naturalmente ci siamo ripromessi di tornarci anche perchè è veramente una città viva e da vivere ed infatti ci ricapitamo a luglio 2009 gustandoci la liberty statue ellis Island la quinta strada e un pigro giorno a central park…..  a Natale del 2009 con una offerta stracciata e sfacciata dell’Alitalia ci torniamo per gustarci l’atmosfera natalizia, mangiare pandoro e bere spumante in Central Park, gironzolare per i vari negozi (e che negozi…) della Fifth Avenue.

Nell’agosto del 2010 ci siamo tornati insieme alla nostra figlia grande e a suo marito ed abbiamo approfittato per visitare l’enormeAMNH reso famoso anche dal movie “una notte al museo”, finendo la visita con una lunga, faticosa ma bellissima giornata in sella alla bicicletta con cui abbiamo fatto il periplo di Manhattan, il Ponte di Brooklyn e tutto il Central Park.

ci siamo tornati ad agosto del 2015 provando il volo Emirates da Milano al JFK

New York Aspettaci… torneremo